Un loop infinito di sangue e dolore

Curzio Malaparte e la rielaborazione continua del trauma bellico

Un loop infinito di sangue e dolore