Alla fine il corteo c'è stato. Anche se non autorizzato. Perché avendo avuto un preavviso di così poche ore - l'annullamento del corteo a favore del solo presidio è arrivato nella serata di venerdì 22 marzo - i militanti di Forza Nuova sono arrivati lo stesso alla stazione centrale e la polizia ha dovuto quindi scortarli fino a piazza del Mercato Nuovo. All'andata e anche al ritorno, quando c'è stata un po' di tensione, prima all'altezza del chiosco nei pressi del Ponzaglio, e poi alla stazione. Nella prima occasione una donna ha superato le transenne ed è corsa in faccia al corteo gridando "fascisti". Alla stazione centrale invece i momenti di maggiore tensione, quando due militanti hanno rincorso un ragazzo che sembra li abbia provocati e poi in seguito la polizia ha esercitato una leggera pressione sui militanti intimandoli di allontanarsi.

Al presidio era presente il segretario nazionale di Forza Nuova Roberto Fiore, il candidato sindaco Massimo Nigro e alcuni altri esponenti del partito a livello regionale. Qui le loro parole.

Foto di Valentina Ceccatelli
Foto di Valentina Ceccatelli
Foto di Valentina Ceccatelli
Foto di Valentina Ceccatelli
Foto di Valentina Ceccatelli
Foto di Valentina Ceccatelli
Foto di Valentina Ceccatelli
Foto di Valentina Ceccatelli
Foto di Valentina Ceccatelli
Foto di Mirko Lisella
Foto di Valentina Ceccatelli
Foto di Valentina Ceccatelli