Alcuni temi principali, un programma dettagliato in via di pubblicazione, un bando per la ricerca degli assessori e nessuna alleanza possibile.

Così si è presentata ai giornalisti Antonella Leone, candidata sindaco dei Cinque Stelle, il cui nome era già trapelato nei giorni scorsi.

Leone, avvocato civilista di 44 anni, è nata e cresciuta a Prato.  «Non sono sposata e non ho figli - ha detto presentandosi - amo lo sport, soprattutto il tennis, e Prato è la città che amo e dove amo tornare».

I temi

Un bando per assessori. Ribadendo l'attenzione per l'etica, la competenza e la trasparenza, viene annunciato un bando per la selezione degli assessori, i cui nomi verranno annunciati prima delle elezioni.

Turismo.  «La vicinanza con Firenze è un'opportunità per convogliare verso la città di Prato una parte dei turisti che visitano Firenze» ha spiegato Leone, che annuncia anche, in caso di vittoria, l'istituzione di un assessorato al turismo e una grande attenzione alla manutenzione ordinaria del centro storico.

No alle grandi opere.  «Opere come il sottopasso del Soccorso sono dispendiose e dai tempi lunghi», meglio «un terrapieno che consente lo stesso l'ampliamento delle corsie - ha spiegato - e i soldi risparmiati saranno investiti per la manutenzione delle strade, delle piste ciclabili, palestre, piscine». Sul parco urbano invece, «Non si sa se ci sono i soldi per tenerlo aperto una volta realizzato -  ha detto -  laddove sarà possibile intervenire, lo faremo».

Ambiente. «Proponiamo una tariffazione puntuale che premi i cittadini che fanno la raccolta in modo corretto», ha annunciato.

Parchi e giardini. «Gli alberi sono essere viventi e non vanno tagliati a meno che non siano pericolosi per l'incolumità delle persone», ha detto la candidata del M5S.

Sicurezza.  «Seguiremo in toto il Decreto Sicurezza - ha spiegato Antonella Leone - i poteri di un sindaco in tema sicurezza sono circoscritti, riguardano semmai Prefetto e Ministero, ma potremo agire insieme alla polizia municipale, che andrà riorganizzata». E poi: «Noi vogliamo garantire sicurezza, preoccupa soprattutto la situazione del centro storico. Io sono una donna sola e non voglio aver paura di tornare a casa».

Mobilità.  «Incrementare le linee del trasporto pubblico e valorizzare bike sharing e car sharing».

La lista dei consiglieri

Silvia La Vita (40, capolista, Diploma Dirigente di comunità e di ragioniere amministrativo, Educatrice prima infanzia), Marcello Noferini (61, Diploma di maestro d'arte, Pre Sales Manager), Giulio Scarso (24, Diploma Liceo Scientifico, Operaio), Simone Parigi (25, Diploma Alberghiero, Operatore di bar/Bowling), Samuel Ioio (18, Diploma IEFP, Studente), Angela Ponzecchi (53, Laurea in Giurisprudenza, avvocato), Daniela Coveri (44, Laurea Lettere, disoccupata), Carmen D'Agostino (54, Diploma di Laurea Isef, insegnante), Vincenzo Del Mondo (45, Licenza Terza Media, operaio), Roberto Chelli (62, Triennio ITI, Pensionato), Carmine Maioriello (56, Diploma Ragioniere Amministrativo, disoccupato), Angelo Russotto (32, Diploma Ragioniere Amministrativo, artigiano Edile), Lamberto Nardi (37, Diploma di tecnico meccanico, responsabile aziendale), Stefano Solari (60, Laurea in Scienze Politiche, dipendente Poste Italiane), Alessia Nannucci (44, Laurea Giurisprudenza, avvocato), Leonardo Iari (36, Laurea Giurisprudenza, avvocato), Gianluca Di Santo (29, Laurea Scienze Politiche, impiegato), Marco Pratesi (60, Licenza Terza Media, pensionato), Gabriele Cianchi (38, Diploma Perito Tessile, impiegato), Silvia Serpa (62, licenza terza media, casalinga), Sofia Menichi (36, Diploma ragioniere amministrativo, impiegata), Rossella Pirillo (65, diploma liceo classico, insegnante metodo Feldenkrais).